Verobiologico
Caricamento...
23
Mag
Comments
0

LA CORTE DEL LUPO: UN AGRITURISMO BIOLOGICO, OASI DI PACE E CIBO SANO

Veronica - 23 maggio 2017 Comments0
  • Condividi su:

Per la nostra rubrica Saperi&SaporiBio, vi accompagnano alla scoperta dell’agriturismo La corte del Lupo a Nocera Umbra

 

la corte del lupoLa settimana scorsa sono stata ad un meeting di blogger tutte accumunate dall’interesse verso il consumo critico ed il cibo sano: Claudia di GranoSalis, Sonia de Il Pasto Nudo, Stella di Vita Naturale e Antonella di ConsideroValore, anima e organizzatrice dell’evento.

 

Il consumo critico è una modalità di scelta di beni e servizi, che prende in considerazione gli effetti sociali e ambientali dell’intero ciclo di vita del prodotto, e determina gli acquisti dando a tali aspetti un peso non inferiore a quello attribuito a prezzo e qualità.

Concretamente, il consumatore critico e consapevole orienta i propri acquisti in base a criteri ambientali e sociali, che prendono in considerazione le modalità di produzione del bene, le sue modalità di smaltimento, il suo trasporto e le caratteristiche di chi produce quel prodotto.

 

La forza decisiva per costruire dal basso un benessere equo e sostenibile sarà il voto col portafoglio. Ovvero la sempre maggiore consapevolezza dei cittadini che le loro scelte di consumo e risparmio sono la principale urna elettorale che hanno a disposizione

Leonardo Becchetti, economista

 

Se per molti il consumo critico è solo una modalità di acquisto, per una parte crescente di persone si sta trasformando in un vero e proprio stile di vita a 360 gradi.

Perciò, dove potevamo incontrarci per parlare di queste tematiche se non in un agriturismo biologico e consapevole? 

 

L’agriturismo si chiama la Corte del Lupo e si trova a Nocera Umbra.

 

Quando siamo scese dall’auto all’arrivo, la prima cosa che mi ha colpita è stato il profumo intenso che permeava l’aria emanato dalle ginestre in fiore: un fantastico benvenuto!

 

L’agriturismo si trova in un bellissimo casale in pietra ristrutturato da chi ha avuto coraggio di investire e credere in un sogno. Una scelta coraggiosa perchè non hanno ceduto a compromessi e perchè lo spirito è quello di proporre un’esperienza di gusto e sapore nel rispetto del territorio.

 

Le stanze sono ampie e molto accoglienti ma ciò che mi ha conquistato è la cucina di Andrea che utilizza sono materie prime del territorio e di prima qualità. 

 

Qui si producono salumi artigianali esclusivamente con la carne dei propri suini allevati allo stato semibrado, le confetture prodotte solo con frutta fresca di stagione e composte di verdure da accompagnare ai formaggi. 

 

Chi si occupa degli animali dell’agriturismo è Massimiliano: è stato lui ad accompagnarci a visitare l’allevamento di maiali insieme ai cani Chinotto e Crodino.

 

Gli animali hanno a disposizione quattro ettari e la loro alimentazione è biologica al 100%: si tratta principalmente di granturco, avena, orzo e lenticchie; durante la stagione autunnale invece vengono date anche le castagne, per rendere più asciutta la carne.

Massimiliano ha precisato che da quando la Corte ha cominciato ad allevare maiali non c’è mai stato un solo caso di malattia, cosa abbastanza normale dato che gli animali non sono stipati in capannoni chiusi, costretti all’immobilità e quindi soggetti a contagi come negli allevamenti convenzionali.

 

I maiali della Corte del Lupo vengono macellati in inverno, tra dicembre e gennaio e il peso che raggiungono alla macellazione è di circa 150 kg. La carne viene utilizzata principalmente per la produzione di salumi: salame, lonzino, capocollo, guanciale, pancetta, crudo e mazzafegato (un tipo di salame di antica tradizione norcina, 80% di carne di maiale mista ad un 20% del fegato del maiale stesso). Tutti i salumi della Corte vengono preparati da un norcino che continua questo mestiere per passione.

 

Un problema legato agli insaccati è l’aggiunta di conservanti o di additivi per migliorarne gusto e conservazione a scapito della nostra salute: tali sostanze sono state messe in correlazione con alcuni tipi di tumore e nonostante questo continuano ad essere utilizzati. Nel caso della Corte del Lupo, trattandosi di un allevamento biologico, non sono ammessi altri ingredienti oltre a carne, sale, pepe e aglio. 

 

I salumi della Corte sono acquistabili presso l’agriturismo o sull’e-commerce de Il Pasto Nudo, Ammuina. Sono spediti sottovuoto per evitare che perdano le qualità organolettiche e una volta arrivati a destinazione, si consiglia di consumarli dopo averli lasciati all’aria aperta almeno 24 ore affinché si rigenerino.

 

Corte del Lupo | Nocera Umbra

L' autore : Veronica
Sogno che nel futuro si possano diffondere stili di vita sostenibile, ho grande passione per i social media e per la cucina sana. Panifico solo con pasta madre e curo l'orto insieme a mio figlio e mio marito. Mi definisco reducetariana ma adoro sperimentare piatti vegan. Il mio motto è: diffondiamo la cultura del biologico per il nostro benessere e per scegliere consapevolmente cosa acquistare.

Invia un commento

Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.