Verobiologico
Caricamento...
  • Condividi su:

MARMELLATA DI MORE DI GELSO

Come preparare una marmellata di more di gelso, un frutto dimenticato

 

In giugno maturano le more dei gelsi, una pianta dalla storia antica, sono un alleato prezioso in cucina per sperimentare nuovi accostamenti e piatti, con un occhio di riguardo alla salute.

In Europa conosciamo la mora bianca, morus alba, e quella nera, mores nigra, la differenza fra i due frutti sta soprattutto nel gusto che è più acidulo nel frutto chiaro.

Entrambe le more, per l’elevata presenza di zuccheri, hanno effetti lassativi che possono aiutare in caso di problemi di stitichezza.

gelsoIl gelso nero, oltre alle proprietà lassative già indicate, ha anche proprietà espettoranti, lenitive, rinfrescanti, toniche e depurative. 

Costituite dall’85% di acqua, sono ricche di fibre e zuccheri come fruttosio e glucosio, e per questo prolungano il senso di sazietà. Sono anche una buona fonte di calcio e fosforo e sono ricche anche di vitamina C. Inoltre, al pari dei frutti di bosco, anche le more di gelso sono ricche di resveratrolo, un potente antiossidante. 

Le more di gelso sono frutti antichi: la pianta ormai non più molto diffusa come un tempo a causa della diminuzione del suo utilizzo per l’allevamento dei bachi da seta, è stata importata in Europa intorno al 1500. A scoprirla in Oriente, però, fu Marco Polo che fra le tante meraviglie, narrò anche di questa pianta nei suoi diari di viaggio.

 

Se avete la fortuna di poterle consumare fresche sono perfette da sole o come complemento acidulo per le macedonie, potrete sbizzarrirvi nell’aggiungerle al vostro muesli per la colazione e nello yogurt. Provatele anche nell’insalata: un tocco di originalità perfetto per stupire.

Le more di gelso fresche sono ottime anche per preparare ricche marmellate da utilizzare in inverno, vediamo come si ottiene una buona marmellata:

 

Ingredienti

  • 1 kg di More di gelso (in questo caso ho scelto le nere)
  • 300 g circa di zucchero di canna 
  • 1 limone bio

 

Procedimento

Pulite le more togliendo il piccolo picciolo verde, risciacquatele bene, facendo attenzione ad eliminare insetti e impurità.

Fatele asciugare su un vassoio coperto da carta assorbente.

Unite alle more lo zucchero, la scorza grattugiata del limone ed il suo succo, mescolate, coprite e fate riposare a temperatura ambiente per 24 ore circa mescolando ogni tanto (se fa molto caldo, fate macerare in frigorifero).

Mettete le more in una pentola, riponete sul fuoco e fate cuocere a fiamma bassa fino a quando la marmellata risulterà avere una consistenza abbastanza liquida (circa 20 minuti dal primo bollore). 
Invasate a caldo nei vasi già sterilizzati, chiudete e fateli raffreddare capovolti.

Etichettate e riponete in luogo fresco e asciutto.

Un’ottima marmellata!

gelso

NOTE: Durante la preparazione delle conserve è sempre bene utilizzare vasi puliti, sterilizzati e capsule nuove. Inoltre i frutti devono essere maturi, ma senza ammaccature o parti già in fase di fermentazione.
gelso
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.