Verobiologico
Caricamento...
  • Condividi su:

SANA 2016, la piattaforma internazionale del biologico italiano

DAL 9 AL 12 SETTEMBRE 2016

Sana 2016 presso BOLOGNAFIERE con tutti i protagonisti del settore con un nuovo layout, cresce del 50% la superficie espositiva

 

A 6 mesi dalla manifestazione più di 350 aziende hanno già confermato la propria partecipazione all’edizione 2016 di SANAil Salone internazionale del biologico e del naturale organizzato da BolognaFiere, dal 9 al 12 settembre a Bologna: quattro giorni dedicati  al mercato dei prodotti biologici certificati, dal cibo biologico, al benessere, ai prodotti cosmetici biologici e naturali. SANA si conferma l’unica manifestazione specializzata nel biologico in Italia con una forte apertura sullo scenario internazionale e sull’agricoltura del futuro, naturale, innovativa e sostenibile.

 

La sola manifestazione italiana in cui i grandi e piccoli produttori, gli Organismi  di certificazione e i Distributori si ritrovano per fare il punto sul mercato italiano del biologico e del naturale. Tra le adesioni già pervenute ci sono Natura Sì, CCPB, Probios, L’Erbolario, Riso Vignola, Kamut, Fior di Loto, Sottolestelle, La Finestra sul Cielo, Germinal Bio, Helan, Bios Line.

 

Per fare fronte alla maggiore richiesta di spazi Sana 2016 avrà un lay out completamente rinnovato e si estenderà su 5 padiglioni – 25,26,29,30 e 36 – con una superficie espositiva di 50.000 mq, in crescita del 50% rispetto all‘edizione precedente.

 

L’edizione record del 2015 è coincisa con l’anno della grande Expo di Milano in cui BolognaFiere, con la realizzazione del Parco della Biodiversità e del Padiglione del Biologico, ha portato il mondo del Bio a confrontarsi da protagonista con il grande tema di nutrire il pianeta lanciando, proprio a EXPO, il Forum Internazionale del Biologico. A BolognaFiere, quale organizzatrice di SANA da quasi trent’anni, è stato riconosciuto il ruolo di promotrice del grande dibattito sui temi dell’agricoltura biologica, dello sviluppo e della tutela della biodiversità all’interno di una precisa area dedicata proprio per esaltare l’importanza del sistema agroalimentare italiano. E successo è stato anche per l’edizione 2015 di SANA che ha portato in fiera più di 45mila visitatori, crescendo del 40 per cento di buyer esteri provenienti da 21 Paesi e del 25 per cento di espositori. Anche l’edizione 2016 si annuncia sotto i migliori auspici con oltre 350 adesioni di aziende a sei mesi dalla manifestazione, suddivise nelle tre grandi aree merceologiche: 

  • Alimentazione (prodotti alimentari biologici, macchine, attrezzature e imballaggio per prodotti naturali, attrezzature per l’agricoltura);
  • Benessere (piante officinali e derivati, trattamenti naturali, dietetici, integratori, alimenti speciali a base naturale, luoghi di cura e soggiorno, terapie corporee e energetiche, prodotti e attrezzature per la cura della persona);
  • Altri prodotti naturali (tessuti naturali e altri prodotti naturali per il tempo libero e hobby, proposte alternative per l’abitazione ecologica).

 

Tra gli espositori che hanno confermato la propria partecipazione all’edizione 2016:

 

Roberto Zanoni, direttore generale di Natura Sì nonché presidente di Assobio (Associazione che riunisce i principali produttori di biologico italiani), conferma: “Saremo presenti nuovamente a  SANA nel 2016 con uno spazio importante, perché riteniamo che sia una manifestazione particolarmente significativa per il mondo del biologico, un punto di riferimento per negozianti e consumatori. Il nostro obiettivo sarà creare un ponte fra i nostri produttori, che parteciperanno numerosi, e i consumatori in modo da creare un confronto diretto e coinvolgente tra chi produce e chi consuma quotidianamente prodotti biologici. In linea con uno stile di vita naturale, coerente con una sana alimentazione, nel nostro spazio sarà presente anche un’ampia gamma di prodotti erboristici e cosmetici biologici”.

 

Fabrizio Piva, amministratore delegato del CCPB, organismo che certifica ottomila aziende nel bio food – “circa un terzo del mercato italiano, con un fatturato di 3mld di euro”,  ribadisce: “Siamo sempre presenti al SANA e lo saremo anche nel 2016, è una manifestazione che è cresciuta con noi e può crescere ancora, in cui si trova tutto il mercato italiano del bio ed è importante perché è l’unico luogo dove accanto alle aziende si trovano  le istituzioni, dal Ministero alle Regioni, e tutti i protagonisti del settore”.

 

Fernando Favilli, presidente di Probios, che ha già prenotato il suo stand sottolinea come SANA sia “una delle manifestazioni e vetrine più importanti a livello europeo per il biologico e il naturale, un appuntamento a cui non si può mancare. Rappresenta un’occasione straordinaria di incontro e di esposizione per i produttori, non solo per il trade ma anche perché gode dell’attenzione del grande pubblico in un mercato che continua a crescere”.

 

Franco Bergamaschi, presidente di L’Erbolario, azienda leader nella cosmetica naturale presente fin dalla prima edizione, sottolinea: “Per noi Sana rappresenta un appuntamento imprescindibile, l’unico veramente specializzato sul mondo del naturale e del vegetale. Nel 2015, abbiamo coinvolto oltre 2300 erboristi da tutta Italia, un numero che rappresenta circa il 60% del totale degli operatori di questo canale”.

 

Per Antonio Argentieri, presidente del Gruppo erboristeria di Cosmetica Italia, “Il settore della cosmesi naturale è esploso e copre tanti segmenti di mercato e al SANA, dove siamo sempre stati presenti, non si può mancare perché è uno dei punti di riferimento delle aziende che producono sia biologico che naturale”.

 

sana 2016
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.