Verobiologico
Caricamento...
  • Condividi su:

Come risparmiare sulla spesa di prodotti bio

Consigli pratici e accorgimenti per risparmiare acquistando prodotti biologici di qualità

 

Molte persone hanno questa l’idea errata che sia impossibile alimentare la propria famiglia con cibo bio avendo un budget limitato.

Può essere vero nel caso si abiti in una zona remota e inaccessibile ma nella maggior parte del paese, si può fare la spesa con alimenti freschi e sani senza spendere una fortuna.

Se confrontiamo i prezzi dei prodotti di qualità con quelli primo prezzo, è probabile che la spesa cambi ma bastano pochi accorgimenti per rendere questo gap molto piccolo.

Il primo consiglio è essere creativi e pensare fuori dagli schemi.

 

Noi ci sforziamo di avere un equilibrio nel consumo di frutta fresca, verdura, legumi e cereali integrali pur concedendoci di tanto in tanto dolci e gelati (selezionando le gelaterie che utilizzano ingredienti di qualità e biologici).

 

Nella nostra esperienza di acquisto, ecco alcuni suggerimenti per mangiar bene facendo attenzione al portafoglio:

 

  1. Pianificare un Menu Settimanale 

Il primo consiglio che ci sentiamo di darvi è di basare la spesa su prodotti di stagione escludendo  alimenti esotici e primizie.

Se si vuole alimentare la vostra famiglia con un budget limitato, è necessario disporre di un piano preciso su cosa si mangerà sulla base di ciò che è in vendita presso il vostro negozio di alimentari bio e ai prodotti stagionali al mercato del contadino locale.

 

  1. Acquistare in anticipo e fare scorta

Se vi capita di vedere una svendita di pomodori al mercato del contadino o il negozio di alimenti bio ha verdure surgelate in offerta speciale, fate scorta. L’acquisto di prodotti di uso abituale quando hanno un prezzo scontato è un altro modo sicuro per risparmiare.

 

  1. Seminare un orto

Disporre di un orto e preparare le pietanze soprattutto con l’autoproduzione dal vostro orto significa sicuramente ridurre in modo significativo la vostra spesa.

L’autoproduzione genera un notevole risparmio, in genere i prodotti dell’orto costano solo pochi centesimi, l’unico impegno è quello di dedicargli tempo e impegno nel gestirlo. Noi ad esempio facciamo l’orto insieme a nostro figlio in modo da rendere il tempo dedicato all’orto un momento di gioco e di condivisione. Inoltre la freschezza dei prodotti è garantita oltre al fatto che sai esattamnete cosa hai fatto e quale trattamento ha subito il tuo orto.

Infine è possibile congelare o regalare il superfluo ai vostri amici e vicini di casa.

Non avete il pollice verde? Trovate un amico che ama il giardinaggio e l’orto, in cambio del suo lavoro puoi ricambiare come babysitter, panificatore o meccanico…

 

  1. Servire carne come condimento

Servite di tanto in tanto la carne in brodo, come condimento sulla pizza o all’interno di piatti come il  polpettone. Questi piatti possono essere accompagnati da verdure e legumi. Queste pratiche virtuose saranno molto meno costose che servire la classica bistecca, l’arrosto od anche il filetto, soprattutto se acquistate carne di qualità biologica. 

 

  1. Acquistare grandi quantità

L’acquisto di cereali, farine, legumi, così come molti altri alimenti non deperibili permette di fare grandi scorte. Lo stoccaggio di grandi quantità farà risparmiare almeno il 20%, se non di più.

Molti alimentari all’ingrosso, punti vendita di prodotti sfusi o cooperative locali, offrono ottimi prezzi. Per quanto concerne la farina potrebbe essere molto vantaggioso acquistarle direttamente presso il mulino (qui trovate la mappa dei mulini e delle aziende che venarono farine direttamente al pubblico). È anche possibile verificare con il vostro negozio di alimenti biologici offra uno sconto per gli acquisti all’ingrosso. 

 

  1. Partecipare a un GAS o GAC

Si tratta di una scelta conveniente in termini di qualità e di risparmio per la tua famiglia. Se non esiste già un gruppo d’acquisto nella tua zona, prendi in seria considerazione l’idea di cereare un GAS nella vostra zona. Qui puoi trovare i dettagli per creare in pochi passi un gruppo d’acquisto utilizzando un gestione open source.

 

  1. Utilizzare tagliandi di articoli non alimentari

So che un certo numero di miei lettori non consumano alimenti acquistati nella grande distribuzione, ma usano coupon e sconti per risparmiare sulla carta igienica, spazzolini da denti e altri articoli non alimentari. I vostri risparmi potrebbero non essere così consistenti come altri che usufruiscono di decine di offerte speciali per prodotti confezionati ma anche il risparmio di pochi euro ogni settimana è pur sempre un inizio per risparmiare sulla spesa.

 

Questi sono i nostri consigli per risparmiare e riuscire a dare alle nostre famiglie prodotti biologici di qualità stando attenti al portafoglio, avete altri suggerimenti? Scriveteci e segnalateci i vostri trucchi! 

bio risparmio
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.