Verobiologico
Caricamento...
  • Condividi su:

Come sostituire lo zucchero bianco

Ecco alcuni perfetti sostituti dello zucchero bianco 

 

Ormai è noto che lo zucchero bianco raffinato abbia in natura diverse alternative. È altrettanto noto che lo zucchero è la principale causa delle malattie diffuse di oggi come patologie cardiache, diabete, obesità e cancro.

La consapevolezza dei suoi effetti negativi è aumentata drammaticamente negli ultimi anni. Ma quello che si dice su questo argomento spesso è solo una parte del problema.

 

Il fatto è che durante la raffinazione subisce una lunga serie di processi: trattato con anidride carbonica, depurato con calce e colorato con coloranti potenzialmente cancerogeni.

 

Se consumato in eccesso alza i livelli di colesterolo e trigliceridi e può provocare resistenza all’insulina e accumulo di grassi nel fegato e sull’addome in poco tempo.

 

Vediamo insieme alcune valide alternative e come sostituire lo zucchero bianco raffinato:

 

  • Stevia

La stevia è uno dei dolcificanti naturali con poche calorie più conosciuto, è senza dubbio una delle migliori alternative pur avendo un sapore molto diverso da quello dello zucchero.

Si estrae dalle foglie di una pianta chiamata stevia rebaudiana.

Nelle foglie di Stevia sono stati trovati diversi composti dolci che hanno potere dolcificante 100 volte superiore a quello dello zucchero.

BENEFICI

Oltre ai glucosidi, la foglia contiene proteine, fibre, ferro, fosforo, calcio, potassio, sodio, magnesio, zinco, rutina (un flavonoide con proprietà antiossidanti), vitamina A e vitamina C.

Alcuni studi fatti sugli uomini hanno evidenziato in caso di pressione alta, la stevia può abbassarla fino al 14%; abbassa i livelli di zuccheri nel sangue nei diabetici; infine, può migliorare la sensibilità all’insulina e ridurre il colesterolo ossidato e la formazione di placche nelle arterie.

 

  • Eritritolo

L’Eritritolo è un altro dolcificante con poche calorie con un sapore simile allo zucchero, sebbene possa avere un leggero retrogusto.

Fa parte dei polialcoli, composti che si trovano naturalmente in alcuni frutti. Se acquisti Eritritolo in polvere, però, molto probabilmente si tratta di un prodotto ottenuto tramite un procedimento industriale.

Contiene 0,24 calorie per grammo o circa il 6% di calorie come zucchero, con il 70% di potere dolcificante.

BENEFICI

L’eritritolo non alza i livelli di zucchero nel sangue o l’insulina e non ha effetti su colesterolo e trigliceridi 

È assorbito nel corpo dall’intestino, ma alla fine è secreto così com’è dai reni.

Studi dimostrano che l’eritritolo è sicuro ed è ben tollerato pur non avendo particolari proprietà benefiche. 

 

  • Xilitolo

Anche lo xilitolo, come l’eritritolo fa parte dei polialcoli. Cristallino e inodore, ha un potere dolcificante simile allo zucchero ma solo 2/3 del valore calorico dello zucchero.

Lo xilitolo è il più famoso dei polialcoli. Si trova in alberi ad alto fusto come la betulla e, come l’eritritolo, in molti frutti e verdure. Inoltre è prodotto quotidianamente dal nostro corpo.

BENEFICI

Lo xilitolo è un dolcificante amico dei denti. La sua presenza nei dolci in sostituzione allo zucchero tradizionale può aiutare nel prevenire la carie e favorire la rimineralizzazione di piccole lesioni. Recenti ricerche confermano una riduzione nella formazione della placca e una diminuzione dei batteri che causano la carie a seguito del consumo di chewing gum contenenti xilitolo.

Ricercatori finlandesi hanno dimostrato che lo xilitolo può avere un effetto di prevenzione dell’osteoporosi: in ricerche di laboratorio sui ratti, il consumo di xilitolo ha impedito l’indebolimento delle ossa e aumentato la loro densità aiutando a prevenire l’osteoporosi.

 

  • Sciroppo di Yacon

Lo sciroppo di Yacon si raccoglie dalla pianta dello Yacon, che cresce sulle Ande in Sudamerica.

Contiene zuccheri abbastanza complessi da essere quasi medicinali.

BENEFICI

Lo sciroppo ha proprietà benefiche sul sistema immunitario ed è ricco di ferro.

Facilita la digestione, le funzioni del colon e si raccomanda alle persone con diabete.

Questo dolcificante è di recente diventato molto popolare come integratore per perdere peso, perché uno studio ha dimostrato che può portare una significativo dimagrimento.

Lo sciroppo di Yacon può essere utile in caso di costipazione ed è molto benefico grazie all’alto contenuto di fibre solubili.

SVANTAGGI

Non abusarne perché potrebbe dare problemi digestivi.

 

  • Miele

Impossibile parlare di dolcificanti naturali senza tirare in ballo il miele (che i vegani non la prendano a male). 

BENEFICI

È un eccellente energetico naturale grazie alla presenza al suo interno di saccarosio, maltosio, glucosio, destrosio e fruttosio. 

SVANTAGGI

Non è indicato per preparare dolci poiché la cottura ne va ad alterare il gusto, rendendolo amarognolo.

Inoltre non può essere consumato in caso di dieta vegana.

 

  • Zucchero di canna integrale

Tra i dolcificanti naturali da utilizzare in alternativa allo zucchero bianco, impossibile non citare lo zucchero di canna. 

BENEFICI

È puro e non raffinato, non a caso presenta un colorito marrone, essendo il primissimo zucchero che viene estratto dal succo di canna ed è ricco di proprietà nutritive.

 

  • Sciroppo d’acero

Tra i dolcificanti naturali è uno dei più famosi.

Prodotto principalmente in Canada questo sciroppo viene ricavato dalla linfa raccolta da alcune specie di acero. 

Il 65% della sua composizione è rappresentato da zuccheri, principalmente saccarosio.

BENEFICI

Ricco di vitamine del gruppo B e sali minerali (specialmente calcio) ed è particolarmente adatto per la preparazione di dolci grazie al suo sapore estremamente dolce.

SVANTAGGI

Il suo potere dolcificante è inferiore allo zucchero da tavola.

 

  • Melassa

Una deliziosa polvere derivante dalla barbabietola o dallo zucchero di canna, un altro dolcificante naturale in grado di non far rimpiangere lo zucchero bianco. 

BENEFICI

Ricchissima di vitamine del gruppo B e sali minerali. 

SVANTAGGI

Difficile da trovare in Italia, anche se nell’ultimo periodo inizia a diffondersi sempre più.

 

  •  Sciroppo d’agave

L’ultima valida alternativa allo zucchero bianco della lista è il sciroppo d’agave. 

BENEFICI

Proveniente dalla linfa della pianta d’agave, questo succo presenta un basso indice glicemico, inoltre è ricchissimo di oligominerali e sali minerali.

SVANTAGGI

Ricco fruttosio, quindi ne ha gli stessi svantaggi e vantaggi. Il suo potere dolcificante è più elevato sia dello zucchero da tavola che di altri sciroppi.

 

Come vedete ci sono tantissimi dolcificanti naturali sul mercato, sta a noi scegliere quello più adatto alle nostre esigenze tenendo in considerazione sia il potere calorico che gli svantaggi della nostra scelta.

In conclusione, ci teniamo a sottolineare che l’importante è riconoscerne la presenza e avere ben chiaro che questi differenti modi di dolcificare non possono esserci molto d’aiuto per la salute se continuiamo con uno stile di vita sedentario e un’alimentazione non bilanciata. Fondamentale è la graduale e costante riduzione del consumo di zucchero, che secondo l’Oms, dovrebbe calare al di sotto del 10% dell’apporto energetico quotidiano e quindi non superare 8-10 cucchiaini ovvero 50 gr al giorno.

 

La nostra raccomandazione è quella di leggere sempre attentamente l’etichetta nutrizionale degli alimenti e delle bibite dolcificate e non farsi trarre in inganno dalla falsa percezione di salubrità, perché alla lunga alcuni di questi sostituti producono gli stessi danni per la salute dello zucchero classico.

 

zucchero bianco
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.