Verobiologico
Caricamento...
  • Condividi su:

Cos’è un prodotto BIO?

I prodotti biologici per essere certificati devono seguire norme precise e standardizzate

 

Le norme di produzione biologica vietano l’utilizzo di organismi geneticamente modificati (OGM) e sono ecluse le radiazioni ionizzanti per il trattamento degli alimenti.

 

La produzione biologica di prodotti agricoli ha l’obbligo di:

  • Rispettare le norme sul trattamento del suolo, rispettandone i cicli e la fertilità naturali;
  • Prevenire i danni con la possibilità di ricorrere a prodotti fitosanitari autorizzati dalla Commissione;
  • Utilizzare sementi di origine biologica;
  • Utilizzare prodotti per la pulizia approvati dalla Commissione;
  • I vegetali selvatici raccolti in determinate zone anche sono prodotti biologici, ammesso che rispondano ad una serie di requisiti in materia di zona di raccolta e provenienza.

 

L’Agricoltura Biologica è un metodo di produzione agroalimentare disciplinato a livello nazionale, europeo ed internazionale sia sul piano legislativo che volontario. È regolamentata in diversi Paesi del mondo, ed è definita a livello internazionale dalle linee guida dell’IFOAM (International Federation of Organic Agriculture Movements). In Europa era regolamentata dal Reg. Cee 2092/91, sostituito dal 01 gennaio 2009 dal Reg. Ce 834/07 con modalità applicative dettate dal Reg. Ce 392/13 e certificato da organismi riconosciuti dal Ministero dell’Agricoltura. 

 

L’Agricoltura Biologica è un sistema globale di produzione agricola che privilegia la gestione razionale delle risorse interne all’azienda a salvaguardia dell’agroecosistema in tutti i suoi aspetti.

 

Le norme prevedono che in tutte le fasi di produzione e preparazione è vietato l’utilizzo di prodotti chimici di sintesi e di prodotti contenenti OGM (Organismi Geneticamente Modificati).

 

 

Per la difesa delle colture, si fa ricorso principalmente a mezzi agronomici preventivi e, solo se necessario si ricorre all’uso di mezzi tecnici, comunque naturali. Ad esempio di derivazione vegetale (Piretro, Rotenone, ecc…), oppure organismi viventi (es. insetti utili) e microrganismi (es. Bacillus thuringiensis) per combattere ed ostacolare la diffusione di quegli organismi o microrganismi dannosi per le colture.

 

La fertilità dei suoli viene gestita con l’apporto di sostanze organiche di origine animale o vegetale. Sia durante la fase di produzione che di trasformazione dei prodotti è sempre prevista l’adozione di misure precauzionali al fine di evitare fenomeni di contaminazione ambientale indiretta con prodotti di cui è vietato l’utilizzo.

 

La dicitura “Bio” è utilizzata per caratterizzare un prodotto biologico, i suoi ingredienti o le sue materie prime.

 

logo-biologico

L’etichettatura deve essere ben visibile sull’imballaggio e contenere un riferimento all’organismo di controllo che certifica il prodotto. A partire dal 1° luglio 2010, l’utilizzo del logo dell’Unione europea sui prodotti alimentari provenienti da agricoltura biologica è obbligatorio, nonché l’indicazione del luogo di provenienza delle materie prime che compongono il prodotto.

 

I controlli sono gestiti dalle autorità designate dagli Stati membri che, nel rispetto di determinate condizioni, possono delegare compiti di controllo ad organismi accreditati, ferma restando la loro competenza esclusiva in materia di supervisione dei controlli e di delega. Gli Stati membri comunicano periodicamente alla Commissione l’elenco delle autorità e degli organismi di controllo. Prima che un prodotto biologico sia immesso sul mercato, tali autorità devono inoltre controllare le attività di tutti gli operatori coinvolti nella sua commercializzazione. Al termine del controllo, all’operatore è rilasciato un documento giustificativo che certifica il rispetto delle disposizioni del regolamento.

Nel caso in cui vengano constatate irregolarità, l’autorità di controllo si accerta che l’etichettatura dei prodotti considerati non contenga alcun riferimento al metodo di produzione biologico.

 

L’agricoltura biologica ed i prodotti bio costituiscono un valido modello per la sicurezza alimentare e, al contempo, per la salvaguardia dell’ambiente.

bio
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.