Verobiologico
Caricamento...
  • Condividi su:

Ecoturismo: in Italia la vacanza è green

Concedersi una vacanza green, significa abbandonare lo stress per dare spazio a nuove esperienze nel rispetto della natura 

 

Per quasi la metà degli italiani la vacanza è ecologica. A sostenerlo è una indagine di ConLegno condotta intervistando circa 1200 persone tra i 18 e i 65 anni.
 
Il 48% dei turisti italiani, infatti, quando scelgono strutture e località dove trascorrere le proprie vacanze, sono attenti allo spreco di risorse e all’utilizzo di fonti rinnovabili, alle forme di mobilità alternativa, al cibo biologico, alla filiera corta e a km 0.

 

Albergatori e imprenditori assecondano questa tendenza e diventano più green, intraprendendo azioni a impatto zero che riscontrano interesse principalmente tra i giovani (58%), provenienti dalle grandi città come Milano (57%) e Roma (52%). A spingere gli italiani verso mete ecosostenibili è una maggiore consapevolezza del proprio impatto sull’ambiente (62%), seguita dal desiderio di conoscere le tradizioni culturali ed enogastronomiche locali (53%), dalla volontà di entrare in contatto con la natura (52%) e dedicarsi al benessere psico-fisico personale praticando attività sportive (48%), ma anche di contribuire al sostegno dell’economia e dello sviluppo locale (34%).

 

Escursioni con guide locali alla scoperta di aree protette o borghi storici (57%), acquisto e consumo di prodotti a km zero (54%), uso dei mezzi pubblici in alternativa all’automobile (55%). Così gli italiani mettono in pratica il loro viaggiare ecosolidale, preferendo attività sportive all’aria aperta (47%), acquistando souvenir prodotti da artigiani locali (43%) o chiedendo ospitalità a proprietari di aziende agricole e realtà artigianali per imparare il mestiere ed evadere dalla routine quotidiana (27%).

 

Se state pensando, dunque, alla meta della vostre vacanze o a un weekend, le mete green più nel nostro Paese sono la Sardegna (38%), riconosciuta dalla Commissione Europea come meta sostenibile per eccellenza, la Puglia (34%) con i suoi parchi nazionali (Gargano e Murge), il Trentino (31%) con le Dolomiti, patrimonio dell’Unesco, la Sicilia (29%) con il Parco Naturale Regionale dell’Etna, le Marche e l’Umbria (27%) con il Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Anche la Lombardia vanta uno degli hotel più apprezzati in questa categoria. Sinuose colline si alternano a lente pianure verdeggianti, sulle quali si affacciano boschi, brughiere, parchi naturali e vette maestose. E tutto intorno, splende un mare incantevole. Una vacanza green ti permette di vivere questa meraviglia e di entrare in contatto con la natura e con l’ambiente, per sfuggire allo stress di tutti i giorni. Escursioni, sport e momenti di totale relax da trascorrere all’aria aperta nella cornice dei paesaggi più belli d’Italia.

Il Belpaese, dunque, si dimostra sempre più attento all’ambiente e di aver colto l’importanza e i vantaggi dell’ospitalità green accorciando il divario con i Paesi europei più all’avanguardia.

 

A livello europeo invece i turisti italiani preferiscono la Grecia (22%) con le isole incontaminate come le Piccole Cicladi, la Spagna (19%) con il tour dell’Andalusia, l’Irlanda (17%) alla scoperta della regione dei laghi del Fermanagh, la Svezia (13%), secondo paese al mondo ad aver introdotto uno statuto di ecoturismo e patria di Nature’s Best, il primo marchio ecologico europeo, e la Danimarca (9%) con l’arcipelago eco-chic di Fionia.

 

Ma qual è l’identikit dell’ecoturista italiano?

Oltre il  40% dei viaggiatori italiani ha in programma di fare scelte di viaggio eco-responsabili a cominciare dalla prenotazione di strutture eco friendly, che hanno adottato pratiche per la tutela dell’ambiente come il riciclo, il consumo di cibo bio e a km zero o dispongono di stazioni per la ricarica di automobili elettriche, ad esempio.

Una domanda sempre più soddisfatta dalla crescita di queste strutture, anche in Italia. 

 

Il 56% delle donne e il 40% degli uomini hanno dichiarato di prestare maggiore attenzione all’ambiente quando vanno in vacanza. Tra di loro la maggior parte ha un titolo di studio medio-alto (71%) e un’età compresa tra i 18 e i 30 anni (58%), mentre la percentuale scende al 52% tra i 31 e i 50 anni e al 34% tra gli over 50. I turisti amici dell’ambiente provengono più spesso dalle grandi città, con in testa Milano (57%), seguita nella top 5 da Roma (52%), Bologna (51%), Firenze (50%) e Torino (49%).

 

Una tendenza dirompente, quella dell’ecoturismo, che ha dato vita anche a riconoscimenti a livello mondiale e continentale dedicati alle città più green da visitare nei prossimi anni. 

vacanza green
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.