Verobiologico
Caricamento...
  • Condividi su:

Farmer’s market: cosa sono e perché si sono diffusi in tutto il Paese

I farmer’s market sono un nuova tendenza che fa bene al Pianeta 

 

Il mercato del contadino è un formato abbastanza recente della spesa consapevole, buon compromesso tra l’attitudine al mangiare sano e la necessità di una spesa equa. 

 

C’è anche da dire che in media il cibo che acquistiamo percorre 2000 chilometri prima di arrivare nelle nostre case. Consumare prodotti locali aiuta  perciò l’ambiente oltre che il nostro portafoglio e la salute. Questi sono sicuramente i motivi dell’enorme successo riscontrato da Farmer’s Market e mercatini del biologico a km0.

 

In Italia, i Farmer’s Market sono nati ufficialmente nel 2007 grazie alla Legge Finanziaria del 2007 che promuove lo sviluppo dei mercati degli imprenditori agricoli a vendita diretta.

Sui banchetti dei mercati del contadino possiamo trovare frutta e verdura di stagione ma non solo. Poter scegliere direttamente quello che preferiamo, chiedere a chi lo ha coltivato come è stato trattato e quali sono le caratteristiche della merce, è impagabile. 

Inoltre il bassissimo impatto ambientale, insieme alla salvaguardia della biodiversità, rendono i farmer’s market una nuova tendenza di acquisto vincente. 

 

L’idea nasce in America nel 2000 e si tratta sostanzialmente della rivisitazione in chiave moderna dei vecchi mercatini di frutta e verdura dove i produttori portavano i loro prodotti in piazza per la vendita diretta.

Una buona pratica che arriva dal passato e che è stata riscoperta per varie ragioni che vanno dal risparmio alla qualità, passando dalla biodiversità. Inoltre, trattandosi di filiera corta, i prodotti sono trasportati dal campo al mercato con un notevole risparmio di carburante e CO2 in atmosfera.

In questi contesti i produttori agricoli possono vendere direttamente i prodotti locali di stagione presentandosi in prima persona ai consumatori e facendo riscoprire il mondo rurale. Si possono considerare luoghi di socializzazione e scambio di saperi, sia per chi acquista che per chi vende, al punto che alcuni Comuni incoraggiano i mercati dei contadini, o farmers market, come concreta misura di riqualificazione delle periferie urbane.

Infine i prodotti sono prevalentemente biologici e spesso si tratta di piccoli produttori che vendono in modo diretto il frutto del loro lavoro. 

 

Per fare chiarezza va detto che attualmente i protagonisti del mercato contadino in Italia sono due: Coldiretti con la Fondazione Campagna Amica che annovera oltre 1500 associati e Slow Food che invece chiama i suoi avamposti di vendita Mercati della Terra e sono sparsi in tutto il mondo.

 

Ci sono anche molte altre iniziative private che stanno sorgendo un po’ ovunque sul territorio italiano come ad esempio il mercatino agricolo di Cascina Cuccagna a Milano, organizzato da Ciboprossimo, dove si trovano prodotti a km0 e filiera corta di cui è possibile conoscere con certezza la provenienza; prodotti stagionali, garanzia di qualità e gusto; prodotti biologici al giusto prezzo grazie alla filiera corta.

 

Mangiare sano e consapevole piace perché fa bene alla salute delle persone e del Pianeta, pensateci la prossima volta che farete la spesa!

 

farmer's market
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.