Verobiologico
Caricamento...
  • Condividi su:

I peperoni: proprietà e caratteristiche

Vediamo insieme perché è consigliabile consumare peperoni

 

I peperoni sono i frutti del Capsicum annuum, una pianta (o meglio, un gruppo di varietà botaniche) appartenente alla famiglia delle Solanacee. Sono originari dell’America centrale e della parte settentrionale del Sud America. 

 

La semina è preferibile che avvenga in semenzaio e, in base alle zone climatiche, può essere effettuata durante la stagione invernale inoltrata fino a marzo

 

L’arbusto dei peperoni è eretto, provvisto di una lieve peluria ed è alto non più di 100-150cm; la pianta ha foglie verdi e lucide, i fiori sono bianchi e crescono appena sotto o sopra le foglie (in prossimità dell’ascella fogliare), rispettivamente uno per nodo. Dei peperoni si consuma il frutto, o meglio, la bacca; questa, dapprima verde e poi pigmentata di giallo o di rosso in base alla varietà ed alla maturazione, racchiude una placenta bianca che lega alcuni semi chiari, tondi e schiacciati. Proprio la placenta e i semi contengono il famoso principio attivo piccante: la capsicina.

 

Il corpo è carnoso e il sapore dipende dal loro grado di maturità, che si intuisce dal colore. Col passare dei giorni, i peperoni verdi diventano gialli, poi arancioni o rossi. Quando questo accade, vince la dolcezza e la vitamina C aumenta in modo significativo.

 

PROPRIETÀ

I peperoni hanno il doppio di vitamina C delle arance, soprattutto quelli rossi. Per usufruire di questi vantaggi, devono essere consumati crudi. Un buon modo per farlo è quello di inserirli nelle insalate. Questa vitamina è fondamentale per il buon funzionamento del sistema immunitario. Inoltre aiuta a prevenire il cancro. Allo stesso tempo, aumenta la guarigione delle ferite e promuove l’assorbimento e l’immagazzinamento di ferro.

 

Questo potente antiossidante è fondamentale per ritardare l’invecchiamento e combattere le malattie cardiache. Tuttavia, il nostro corpo non può produrlo o immagazzinarlo in grandi quantità. Per questo motivo è importante consumare spesso alimenti che ne sono ricchi.

 

I peperoni hanno poche calorie: solo 20 calorie per 100 grammi ed hanno anche poco grasso. Tuttavia, il suo alto contenuto di fibre aiuta a produrre sazietà, mentre combatte la stitichezza.

 

Il suo alto contenuto di potassio lo rende è un ottimo diuretico. Così, è perfetto per combattere la ritenzione idrica ed aiuta a purificare il corpo dalle scorie.

 

Uno studio pubblicato sul Journal of Food Science ha rilevato che, per il loro contenuto di beta-carotene, capsantina, quercetina e luteolina, i peperoni prevengono il colesterolo cattivo.

 

La luteolina aiuta anche a ridurre i deficit di memoria legati all’invecchiamento, secondo la ricerca dal Journal of Nutrition. 

 

Fa bene alle donne in gravidanza e ai bambini durante crescita grazie al suo contenuto di acido folico, un elemento che coopera con lo sviluppo neurale del bambino, soprattutto nelle prime fasi della gravidanza. Quindi aiuta a prevenire malformazioni fetali.

 

I peperoni offrono grande versatilità in cucina, perché possono essere consumati crudi, arrosto o fritti. In entrambi i casi, rendono i piatti più colorati perché forniscono colori vivaci.

 

Il sapore invece può variare in base al colore e alla maturazione dell’ortaggio (tenendo sempre conto della loro varietà):

  • I peperoni gialli sono più teneri e succosi;
  • I peperoni verdi, non ancora completamente maturi, sono ottimi per la conservazione in barattolo;
  • I peperoni rossi hanno una polpa più croccante ed un sapore più zuccherino.

 

Come ogni verdura, anche per i peperoni maturi il consumo ideale sarebbe a crudo, al fine di mantenere intatte tutte le sue proprietà.

Tuttavia è consigliabile la cottura a vapore o alla griglia in modo da rendere l’ortaggio più digeribile. Inoltre, per coloro che hanno molta difficoltà a digerirlo, è importante rimuovere la pelle. Il modo più semplice per farlo è quello di prendere il peperone infilzandolo con una forchetta e ruotarlo direttamente sul fuoco della cucina. Dopo aver completato un giro, togliere dal fuoco e immergere in acqua. Poi si può sbucciare.

Si consiglia rimuovere anche semi e membrane che hanno un sapore molto amaro.

 

peperoni
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.