Verobiologico
Caricamento...
  • Condividi su:

La farina bianca e raffinata

Vediamo insieme perché è sconsigliabile consumare solo farina bianca 

 

Per farina bianca si intende la farina di grano duro e tenero che solitamente consumiamo sotto forma di pane, pasta, pizza ecc…

Questo ingrediente fondamentale nella dieta mediterranea purtroppo è privato sia della crusca, la parte esterna del seme del grano, che del germe, la parte interna ricca di sostanze preziose.

Una dieta basata esclusivamente sulla farina raffinata può diventare causa di stitichezza, ma anche sovrappeso e malattie croniche. 

 

La farina bianca è stata introdotta a partire dagli anni ’50 perché considerata più digeribile, più facilmente lavorabile per la panificazione e più saziante.

L’impoverimento della farina, con la totale sottrazione della crusca e del germe non ha però tenuto conto della salute del consumatore e dell’ambiente. La farina bianca, infatti, contiene quasi esclusivamente amido e proteine di modesta qualità. Inoltre durante il processo di raffinazione vengono perse quasi tutte le vitamine, la metà degli acidi grassi polinsaturi e una buona parte di sali minerali.

Senza contare che la farina appare bianchissima perché viene sbiancata artificialmente con sostanze chimiche nocive come ad esempio l’ossido di azoto e di cloro.

 

Ecco perché consumare alimenti prodotti con farina integrale è una forma di nutrimento più salutare per l’organismo rispetto ad una dieta ricca di cibi prodotti con farine raffinate. In questo caso però consigliamo di acquistare solo farina integrale biologica dal momento che i pesticidi rimangono nella parte superficiale, ovvero nel germe e nella crusca, che sono invece eliminati col processo di raffinazione che porta alla farina 00.

 

Ma cosa può accadere quando il consumo di farina bianca è in eccesso?

 

Essenzialmente più prodotti raffinati si assimilano, maggiore quantità di insulina deve essere prodotta dall’organismo. L’insulina, a sua volta, favorisce il deposito di grasso, impedendone l’utilizzo.

Inoltre, i cibi raffinati aumentano la sensazione di fame, sopprimendo il glucagone, l’ormone che facilita il consumo di grassi e zuccheri, e l’ormone della crescita, che favorisce l’aumento della massa muscolare a discapito di quella grassa. A questo punto, è facile capire perché si aumenta la massa grassa corporea.

L’eccesso di alimenti raffinati, infatti, è stato dimostrato che può causare, in soggetti predisposti, il diabete mellito, disturbi alla prostata, gravi costipazioni, prolassi intestinali, artriti, disturbi cardiaci, problemi respiratori, stanchezza, emicranie croniche, allergie, acne, psoriasi ed altre malattie della pelle ecc…

Le farine integrali bio (o meno raffinate come la farina semintegrale 1 e 2) soprattutto se macinate a pietra, mantengono intatti i nutrienti presenti nel germe di grano, che come abbiamo detto sono una fonte preziosa di sali minerali, aminoacidi, vitamine e fibre, provenienti dalla crusca (ecco QUI dove trovare le migliori farine bio e macinate a pietra).

 

Dunque la cosa ideale da fare sarebbe acquistare grano biologico dai nostri contadini (possibilmente il grano duro, che ha un contenuto più basso di zuccheri) e macinarselo da soli in casa casa. Il mulino domestico può diventare un investimento che in un periodo di crisi può apparire gravoso per molte famiglie, ma che sicuramente farà risparmiare sia in salute e, nel lungo periodo, anche in denaro.

 

farina bianca
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.