Verobiologico
Caricamento...
7
Gen
Comments
0

Abbigliamento biologico per bambini

danila calippo - 7 Gennaio 2019 Comments0
  • Condividi su:

Sempre più genitori scelgono di vestire i loro piccoli con indumenti bio, scopriamo allora insieme perché è importante scegliere l’abbigliamento biologico per bambini 

 

abbigliamento bioForse non tutti sanno che occorrono ben 150 grammi di sostanze chimiche per coltivare il cotone necessario a produrre una t-shirt, e che, anche dopo numerosi lavaggi, continuano a rimanere sul capo. I bambini piccoli, soprattutto quelli appena nati, hanno la pelle molto sensibile ed i capi realizzati con antiparassitari o disinfestanti possono essere potenzialmente molto dannosi. Ecco perché è importante proteggerli fin da subito, decidendo di far indossare loro solo abbigliamento biologico, evitando così eritemi ed eczemi. 

 

 

Vestiti ecologici per i più piccoli

Scegliere un abbigliamento ecologico per bambini, vuol dire non solo proteggerli da eventuali irritazioni, come già anticipato nel paragrafo precedente, ma anche prendersi cura dell’ambiente e dell’intero pianeta. L’utilizzo infatti di sostanze chimiche per la creazione dei capi, può avere notevoli conseguenze a contatto con la delicata pelle dei bambini, ma può provocare anche irreversibili danni ambientali, se non vengono smaltite in maniera corretta. 

Il processo di creazione di un capo di abbigliamento biologico vero, deve seguire un preciso percorso, ciò vuol dire ad esempio, che il cotone, deve prevenire da coltivazioni in cui non sono stati usati pesticidi o fertilizzanti, né tantomeno sostanze chimiche. La stessa Greenpeace, organizzazione ambientalista e pacifista canadese, poco anni fa, aveva denunciato un’importante azienda di produzione di giacche per bambini italiana, poiché le pellicce utilizzate in alcuni modelli di giacche invernali, contenevano sostanze chimiche molto dannose per il bambino. Non solo, l’azienda in questione non rispettava neanche le regole di smaltimento corrette e quindi provocava anche danni all’ambiente circostante. 

 

Perché scegliere abbigliamento bio per vestire i nostri bambini

Le sostanze chimiche utilizzate da alcune società, nei bambini particolarmente sensibili, possono provocare forme allergiche molto gravi. Proprio per evitare questi problemi di salute, l’alternativa è rappresentata da magliette, scarpe, pantaloni, mutande e calzini eco-friendly per bambini. In molte scuole del nord Europa, oltre ai libri ed al  materiale didattico, la direzione scolastica detta anche le regole per un abbigliamento adeguato, che deve essere di cotone biologico. Questo infatti, a differenza di quello normale è il più adatto per la pelle dei bambini. 

Il cotone che tutti conosciamo, proviene da coltivazioni in cui vengono utilizzati pesticidi, che inquinano le acque, provocano danni agli animali selvatici ed allergie ai bambini. Il cotone biologico si coltiva invece senza l’utilizzo di sostanze chimiche, e le vere aziende biologiche sono dotate di marchio biologico, che si ottiene solo dopo tre anni consecutivi, di coltivazioni biologica. 

Non solo protezione da allergie o irritazioni, il cotone di tipo biologico ha le fibre più morbide del cotone normale ed ha un profumo molto più gradevole. Infine i tessuti realizzati con cotone bio sono ipo-allergenici e traspiranti, e quindi proteggono da dermatiti ed eczemi. La pelle dei bambini essendo più sottile, assorbe più facilmente le sostanze con cui viene a contatto, ecco perché è importante scegliere un abbigliamento biologico per bambini.

Infine non dimentichiamo che il cotone proveniente da coltivazioni bio, è più resistente e quindi perfetto per i continui lavaggi, che naturalmente si effettuano con i capi indossati dai più piccoli. Prima di acquistare un qualsiasi capo bio per bambini, verificare la presenza del marchio GOTS, acronimo di Global Organic Textile Standard, che attesta l’effettiva biologicità dell’indumento.

 

I materiali sani per la pelle del bambino

Oltre al cotone, esistono anche altri materiali biologici? Certo che sì. Anche la lana e la seta possono essere biologici e certificati. Poi ci sono altre fibre come lino, canapa o bamboo che sono eco-friendly, ovvero sono prodotte senza recare danni all’ambiente e quindi senza l’utilizzo di sostanze chimiche.

Il miglior tessuto in assoluto da far indossare ai bambini è tuttavia il cotone biologico, che ha tutte le caratteristiche indispensabili per stare a contatto con la loro delicata pelle e quindi alta traspirabilità, resistenza ai lavaggi, morbidezza ed assenza di sostanze nocive. Se il cotone è perfetto per la stagione estiva, per l’inverno si può scegliere invece la lana biologica mista a seta, un materiale molto soffice che non pizzica, è elastico e regola la temperatura del corpo alla perfezione. 

 

Danila Calippo

danila calippo

 

danila calippo
L' autore : unamammasiracconta
Danila Callipo è la fondatrice del seguitissimo blog "Una Mamma Si Racconta", che tratta temi quali: vita da mamma, moda mamma/bambino, libri, salute e benessere.

Invia un commento

Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.