Verobiologico
Caricamento...
7
Feb
Comments
0

BioVerona: nasce il biodistretto della provincia scaligera

Esmeralda Buy - 7 Febbraio 2020 Comments0
  • Condividi su:

Si tratta di un comprensorio di 52 Comuni, in un percorso condiviso per la tutela e la valorizzazione del territorio

Il biodistretto nasce dall’incontro di aziende agricole biologiche per formare e promuovere i prodotti del territorio e preservare ambiente e biodiversità. Si tratta di un’associazione senza scopo di lucro per volontà di alcuni operatori biologici del territorio.

Venerdì 31 gennaio 2020 a Caprino Veronese, nella sede di Palazzo Nichesola Malaspina, è stato infatti inaugurato BioVerona, distretto biologico che comprende l’area del Nord-Ovest-Est, della Valpolicella, del Garda, del Baldo e della Lessinia.

Costituito il 10 luglio 2019, BioVerona nasce per valorizzare differenti comparti produttivi: viticoltura con produzione di vino, olivicoltura per la produzione di olio, zootecnia per la produzione di latte e formaggi, frutticoltura per la produzione di frutta, castagne e piccoli frutti e cerealicolo-industriale per la produzione di pane e prodotti derivati.

Il presidente del BioVerona Lonardoni Cottini ha dichiarato:

«Il distretto biologico del BioVerona nasce dall’incontro di aziende agricole biologiche, e dal convincimento che attraverso la formazione e la promozione dei prodotti e del territorio, sia possibile preservare l’ambiente e la sua bio-diversità».

Il mercato del biologico vede negli ultimi anni una forte richiesta di prodotto da parte dei consumatori e l’Italia è tra i primi dieci paesi per diffusione dell’agricoltura biologica sia in termini di superficie che di aziende. E la sola provincia di Verona ha la maggiore superficie agricola utilizzata a biologico della regione Veneto.

Sostanzialmente il biodistretto di Verona si pone, al pari degli altri distretti nati in Veneto e in Italia, quale modello di un nuovo modello territoriale. È il collegamento tra gli operatori biologici, le istituzioni e la cittadinanza; qui la conversione al bio non è della singola azienda ma di un intero territorio in grado da garantire a tutti gli attori del processo la qualità del prodotto e dei processi produttivi.

Avatar
L' autore : Esmi

Invia un commento

Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.