Verobiologico
Caricamento...
6
Feb
Comments
30

ECOBIOCOSMESI: COME GESTIRE IL PASSAGGIO ALL’ECOBIO

Valentina | valentinakokoro.blogspot.it - 6 febbraio 2015 Comments30
  • Condividi su:

Vademecum per gestire il passaggio alla cosmesi ecobio e non pentirsi

 

Continuiamo insieme il nostro percorso all’interno del mondo della cosmesi ecobio di Verobiologico, e parliamo di un momento fondamentale: il momento in cui decidiamo di abbandonare i prodotti a cui siamo abituati per passare ai prodotti ecobio o con buon inci.

 

Come accennavo nell’articolo sul perché scegliere l’ecobio, questo momento per molte si rivela difficile da gestire, perché una volta smessi i prodotti siliconici, pelle e capelli cominciano a disintossicarsi e a rivelare il loro vero stato di salute. Ecco apparire la pelle spenta, asfittica, con comedoni o punti neri, ecco che i capelli sembrano secchi, devitalizzati e denutriti. Potrebbe essere forte la tentazione di tornare indietro, ma se resistete ne vedrete delle belle! Ci vogliono circa due mesi perché questo processo di smaltimento di tossine giunga a termine, ed il mio consiglio spassionato è quello di tenere duro e farsi forza, perché più avanti, superato questo momento, il vostro corpo vi ringrazierà!

A me personalmente non è successo nulla di catastrofico, probabilmente perché usavo già da tempo prodotti a base minerale o naturale, anche per i capelli che curo moltissimo, quindi non avevo tanti siliconi da smaltire! In ogni caso, ho pensato di stilare un piccolo vademecum che spero vi possa essere utile:

 

  • Primo: passare all’ecobio non significa solamente acquistare nuovi prodotti, ma acquisire maggore coscienza di ciò che ci spalmiamo addosso, dei prodotti che abbiamo utilizzato e di quelli che andremo a scegliere…quindi niente bottiglie svuotate nel lavandino! Se abbiamo shampoo con siliconi o sostanze nocive, possiamo usarli come detergenti multiuso fino a smaltirli, oppure regalarli a chi ne può aver bisogno. Se abbiamo oli siliconici per corpo e capelli, utilizziamoli per pulire portafogli, borse in pelle e similpelle, scarpe, fino a smaltirli completamente. Per il make-up stessa cosa: regaliamo, smaltiamo oppure troviamo un nuovo utilizzo. Non facciamoci prendere dal panico e diamoci il tempo necessario per far sì che questo passaggio sia il più sano, naturale ed equilibrato possibile… anche per le nostre tasche!!

 

  • Secondo: acquistiamo alcuni ingredienti base che ci aiutino a ritrovare splendore e vitalità! La natura, meravigliosa maestra, ci mette generosamente a disposizione numerose materie prime da cui possiamo attingere per ravvivare il tono della nostra pelle e prenderci cura dei nostri capelli: oli vegetali come olio di cocco, d’argan, di mandorle dolci, di germe di grano saranno perfetti in entrambi i casi. Il meraviglioso gel di aloe vera, elemento che non dovrebbe mai mancare nelle nostre case, anch’esso preposto a regalare cura e soprattutto idratazione, magari unito a qualche goccia di oli essenziali puri come limone, lavanda e arancio dolce: insieme possono diventare nostri preziosi alleati. Acquistiamo uno shampoo delicato con buon inci, idem per il bagnoschiuma, dell’olio di cocco o del burro di karitè puro. Recentemente ho notato con piacere che anche in alcuni discount è possibile trovare prodotti biologici per la cura della persona, quindi davvero non abbiamo più scuse!

 

  • Terzo: informiamoci, leggiamo, documentiamoci. Che un prodotto sia ecobio o con buon inci, dobbiamo sempre verificare che sia adatto alle nostre esigenze, al nostro tipo di pelle etc. Ci sono tante ragazze che, come me, trasformano la propria passione in un servizio utile anche agli altri, specie per chi appunto cerca questo tipo di informazioni. Recensire e consigliare prodotti serve anche ad aumentare il nostro potere di acquisto in quanto consumatori: oggi, attraverso la rete, è possibile avere informazioni dettagliate, e da fonti diverse, sul prodotto che intendiamo acquistare… quindi, perché non approfittarne?

 

  • Quarto: impariamo a sviluppare uno sguardo attento quando siamo in giro per negozi e supermercati. Ormai le bioprofumerie sono sempre più diffuse in Italia, e in altri paesi, come la Germania, esistono aziende che promuovono prodotti ecobio anche al supermercato! È ad esempio il caso di Alverde, ormai diffusissima nei supermercati DM in Germania, in Austria e in Alto Adige, che produce cosmetici ecobio certificati con un rapporto qualità prezzo validissimo!! Speriamo che quest’onda bio si diffonda sempre più anche nei supermercati italiani: già al Todis, Eurospin e In’s mercato, è possibile trovare alcune linee valide. Avendo dalla nostra una lista di ingredienti da evitare, oppure un’applicazione sul cellulare, come Biotiful, tra noi ed i nostri acquisti non ci saranno più segreti!

 

  • Quinto: viviamo il processo come un modo per imparare a volerci bene. Se prima non eravamo consapevoli di ciò che ci spalmavamo addosso, ora che lo stiamo diventando, facciamo sì che questo momento sia un momento positivo, di cura, di trasformazione di vecchie abitudini e di acquisizione di nuovi modi per coccolarci e avere maggior cura di noi. Questa è la vera bellezza, la bellezza che ci meritiamo! Vale per tutti: donne, uomini ed anche bambini. E’ un po’ come cambiare modo di nutrirsi. Scegliamo ciò che ci fa bene, ci ascoltiamo, scopriamo per la prima volta ciò che è più adatto alle nostre esigenze. Personalmente, non sono per la rigidità, ma per imparare in modo flessibile. In fondo, scegliere ecobio significa fare un gesto d’amore per noi e per l’ambiente.

 

Spero davvero che questi semplici consigli vi possano essere utili!!

 

A prestissimo! Valentina di valentinakokoro.blogspot.it

 

L' autore : Kokoro

Invia un commento

Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.