Verobiologico
Caricamento...
22
Gen
Comments
0

IL NOCE, FIORE DI BACH DEL CAMBIAMENTO E DELLA PROTEZIONE

Linda Beretta - 22 gennaio 2018 Comments0
  • Condividi su:

Oggi parliamo di Walnut, il noce, il Fiore di Bach che ci sostiene nel cambiamento e ci protegge da tutto ciò che ci ostacola per realizzare i nostri cambiamenti

 

È iniziato un nuovo anno, e ognuno di noi ha nella mente e nel cuore i propri progetti e sogni da realizzare. E il fiori di Bach di cui abbiamo bisogno è il noce, Juglans regia.

 

Prima di parlarvi del Fiore e dei suoi campi di azione, come sempre vi descrivo un pochino la pianta e le sue caratteristiche…

Il noce è originario della Persia e dell’India settentrionale. Ha dei fiori femminili e dei fiori maschili, e quelli che vengono utilizzati per l’essenza sono quelli femminili che crescono a piccoli gruppi nell’ascella delle foglie. Sembrano una gemma verde rigonfia. Quando tramite il vento gli stami vengono impollinati, cambiano colore tingendosi di un color rosa corallo. I frutti verdi si ingrossano e nel loro interno iniziano la loro trasformazione in gheriglio, buccia, guscio e mallo. La noce è ricoperta da uno spesso strato verde ricco di ghiandole di tannino, che con il suo gusto amaro respinge gli animali impedendo loro di mangiarne il frutto. Lo stesso principio viene utilizzato dalla pianta appena germogliata, quando le sue foglie di color bronzo con macchie dorate ricche di tannini e oli volatili, tengono a distanza gli animali con il loro acre odore.

 

L’albero del noce ha sempre avuto un significato di protezione e non è raro vederne uno presso i cancelli delle fattorie o accanto ai cottage inglesi proprio con l’intento di salvaguardare la casa e la famiglia.

 

Ma veniamo ai Fiori di Bach: Edward Bach utilizza solamente i fiori femminili, che nella loro forma evocano l’immagine del ventre materno inteso come ambiente protetto per la crescita, lo sviluppo e la nascita di una nuova vita. Ed infatti Walnut è utilissimo in tutte le tappe di sviluppo del bambino, periodi che implicano forti cambiamenti quali crescita di un nuovo dentino, svezzamento, inizio dell’asilo o della scuola e pubertà.

 

E per lo stesso motivo Walnut è un grande aiuto quando abbiamo dei grandi ideali, ambizioni, progetti, desideri, ma siamo fuorviati dalle opinioni altrui, dalle negatività, da mille scuse che deviano le nostre energie su altri obiettivi.

 

Quando sono in corso cambiamenti esistenziali come matrimonio, nascita, trasferimenti, cambi di lavoro, ma anche divorzi o pensionamenti…insomma quando per scelta o meno ci troviamo nella vita a dover affrontare un grande cambiamento e abbiamo preso la decisione di farlo, Walnut ci dà la forza di concretizzarlo, di mantenere l’attenzione sul nostro obiettivo.

 

Come abbiamo detto in precedenza Walnut ha anche il grande dono di proteggere. Con Walnut ci creiamo una sorta di scudo che ci tiene lontani da pensieri ed energie negative, che ci dà la forza di continuare per la nostra strada con convinzione e senza interferenze.

 

Ma Walnut ha un terzo potenziale, quasi mai descritto, ma particolare e importante: è una sorta di spezza incantesimi.

Mi spiego meglio…Walnut ha il potere di tagliare quei legami che ci pesano, di lasciarsi alle spalle situazioni che chissà perché continuano a ripetersi nella nostra vita, che sia l’ennesima relazione sbagliata, l’ennesimo lavoro insoddisfacente o l’ennesima situazione complicata…ci scrolla di dosso quel circolo vizioso che ci impedisce di fare quella tanto desiderata svolta.

 

In conclusione, Walnut è il Fiore di Bach dell’inizio per antonomasia, è il Fiore che dono a tutti voi in questo gennaio 2018 per realizzare i sogni e i progetti che avete deciso di intraprendere, per avere la convinzione e la forza di portarli avanti in una situazione protetta e libera da quei circoli viziosi che nel passato ci hanno riportato al punto di partenza.

 

Buona fortuna a tutti!

 

 

 

I MIEI CONTATTI

figlideifioridibach.it

facebook.com/figlifioribach/

instagram.com/figlideifioridibach.1/

 

BIBLIOGRAFIA

 💡 J. Barnard, Fiori di Bach, forma e funzione, Ed. Tecniche Nuove

 

 

NOTE

Le informazioni proposte in questo articolo non sono consulto medico e non sostituiscono in nessun caso il parere di un medico competente. Servono solo a darvi delle indicazioni, da un punto di vista floriterapico, per mantenere o ritrovare uno stato di benessere psicofisico. In caso di patologie di qualsiasi natura è bene consultare sempre prima il proprio medico.

 

photo credits Mira Bozhko

Linda Beretta
L' autore : Linda

Invia un commento

Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.