Verobiologico
Caricamento...
  • Condividi su:

Panini dolci al mosto

Questa è la versione del pane con il mosto de Il Giardino della Pietra, ricetta tradizionale marchigiana, tipica di questo periodo autunnale in cui si fanno la vendemmia e il vino

 

Il mosto d’uva è ottenuto dalla spremitura degli acini; nella nostra regione si trova, nella stagione della vendemmia, presso le Cantine, ed è un liquido dolce, denso, non ancora fermentato, ricco di antiossidanti e antociani. Viene tradizionalmente utilizzato per fare il sugo d’uva (o sugoli), una merenda che sa di infanzia…

 

In commercio esistono versioni dei sughi o sugoli con aggiunta di zucchero, mentre la ricetta tradizionale è solo a base di mosto e farina. Per un sugo d’uva senza glutine qui la ricetta.

Se comprate il mosto in Cantina, dovrete tenerlo in frigo ed utilizzarlo entro un paio di giorni, altrimenti inizia il processo di fermentazione.

panini dolci al mostoHo voluto provare una versione (senza zuccheri aggiunti) dei panini dolci al mosto, un dolce marchigiano e laziale che risale al 1600,  e secondo alcuni addirittura all’epoca di San Francesco, per chi, come me, è sempre alla ricerca di sapori naturali e di dolci senza zuccheri aggiunti.

Ottime per una merenda naturale, gradite a tutta la famiglia, la presenza del mosto darà alle vostre ciambelle un colore irresistibile.

Da gustare come base per marmellata senza zucchero, crema di nocciole fatta in casa, o, ancora meglio, da sole!

 

 

Ingredienti

  • 500 g di farina tipo 1 di grani antichi bio

  • 250 g di mosto d’uva

  • 80 g di olio evo

  • 1 bustina di lievito di birra per 500 grammi di farina

  • 1 pizzico sale

  • 120 gr di uvetta bio, precedentemente ammollata per 15 minuti in acqua tiepida

 

Procedimento

Sciogliere il lievito in poco mosto intiepidito per circa 10 minuti, appena si formerà un’abbondante schiuma, versare il lievito sulla farina disposta a fontana; incorporare poco alla volta nella farina, versare anche l’olio evo, un pizzico di sale e impastare per almeno 10 minuti fino a formare una palla liscia e morbida.

 

Ungersi le mani di olio e incorporare l’uvetta nella palla, dopo averla scolata.

 

In alternativa, impastare tutti gli ingredienti unendoli nel robot o nella planetaria; l’uvetta va messa sempre per ultima.

 

Lasciare riposare per una mezz’ora, poi mettere in un sacchetto freezer e lasciare in frigo per circa otto ore; in questo modo i panini diventeranno morbidissime …

 

Togliere dal frigo, formare le pagnottine e mettere a lievitare in luogo caldo e lontano dalle correnti per circa 3 ore.

 

Cuocere a 190° per 15 minuti. Si conservano morbide per circa 3 giorni.

 

La crosta si colorerà di leggermente marrone, quindi si possono cospargere di zucchero a velo… ma, tagliate in due e … sorpresa!

 

panini dolci al mosto
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.