Verobiologico
Caricamento...
  • Condividi su:

PASTA FROLLA PER CROSTATA SEMPLICE E RAPIDA

Ricetta perfetta della pasta frolla per crostate, friabile e soffice

 

La pasta frolla per crostate è una ricetta base che si presta a varie preparazioni.

La base per crostate che mi piace di più è quella con le uova intere e il lievito, giusto un pizzico per avere una crostata più soffice, ma se preferite la versione classica potete omettere il lievito.

Per fare i biscotti, invece vanno benissimo le frolle di soli tuorli ed senza lievito.

 

Inoltre potete utilizzare farine semintegrali o integrali, io lo faccio spesso perché amiamo moltissimo le crostate con farine non raffinate.

 

Le regole importanti per fare una buona pasta frolla sono:

  • Aggiungere il burro freddo per non cuocere le uova

  • Setacciare il lievito ed aggiungerlo insieme alla farina

  • Stendere la pasta frolla dopo averla fatta raffreddare in frigo

  • Amalgamare gli ingredienti con le mani fredde e molto rapidamente

  • Aggiungere acqua fredda se l’impasto necessita ancora di liquido e non si amalgama alla perfezione 

 

Con questi piccoli accorgimenti, una ciotola, un matterello ed un ottimo ripieno (crema spalmabile al cioccolato, crema pasticciera, marmellata, frutta ecc..) riuscirete a sfornare crostate perfette in modo semplice e rapido!

 

INGREDIENTI

  • 280 g farina 0 
  • 90 g zucchero bio
  • 100 g burro a temperatura ambiente
  • uova (uno intero e un tuorlo)
  • un cucchiaino di lievito cremotartaro
  • 1 limone bio (scorza grattugiata)
  • 1 pizzico di sale fino integrale

 

PROCEDIMENTO

In una ciotola mettete lo zucchero con le uova (un uovo intero e un tuorlo) e miscelate energicamente fino a formare una crema.

 

Aggiungete la farina con il lievito setacciato, la scorza del limone grattugiato, il sale, il burro e mischiate rapidamente con le mani fino ad ottenere un panetto morbido ed omogeneo. Molto importante è avere mani fredde e lavorare l’impasto rapidamente. Se l’impasto non si amalgama alla perfezione, aggiungere alcuni cucchiaini di acqua fredda quanto basta.

 

Lasciate riposare questo panetto per almeno 40 minuti in frigo coperto con pellicola. Il riposo della pasta frolla in frigo serve per far addensare l’impasto e renderlo più lavorabile, potete fare l’impasto anche il giorno prima e stenderlo per la crostata il giorno seguente tenendolo sempre in frigo.

 

Riprendete l’impasto e stendetelo con il matterello fino ad ottenere lo spessore che desiderate, io lo faccio fra due fogli di carta da forno perchè è più semplice da staccare e non sporco il piano di lavoro.

 

Se volete fare una crostata con il ripieno che cuoce in forno, imburrate ed infarinate uno stampo normale, mettete la pasta frolla, tagliate i bordi poi aggiungete il ripieno. Mettete le classiche righe di pasta frolla in superficie o, come ho fatto io, le stelline e cuocete in forno statico caldo a 180°C per 40 minuti circa – il tempo dipende anche dallo spessore della crostata.

 

Un volta raffreddata potete servirla ai vostri commensali, noi siamo sicuri che non rimarranno neppure le briciole!

 

 

 

NOTE:

Se volete fare una crostata con il ripieno che NON deve cuocere in forno, imburrate ed infarinate uno stampo normale, mettete la pasta frolla, tagliate i bordi poi aggiungete fagioli secchi. Cuocete in forno statico caldo a 180°C per 30 minuti circa, togliete i legumi e farcite a piacere quando si raffredda.

pasta frolla
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.