Verobiologico
Caricamento...
  • Condividi su:

Alla scoperta dell’azienda biologica Hipp: dalla fattoria alla tavola dei nostri bambini

Ecco la nostra visita alla bio fattoria Hipp per capire cosa significhi davvero qualità biologica

 

Sappiamo tutti molto bene quanto l’alimentazione sana sia importante soprattutto per i nostri figli ed i bambini piccoli in generale. 

La qualità degli alimenti che i bambini assimilano deve essere infatti adeguata alle loro esigenze in termini di principi nutritivi e qualità delle matarie prime.

Dobbiamo pensare a selezionare cibi sani, gustosi e privi di ingredienti indesiderati. 

 

Recentemente abbiamo avuto il piacere di vistare una delle fattorie dell’azienda HiPP a Podagi in Polonia che ci ha permesso di capire e vedere con i nostri occhi ciò che alla base di questa azienda familiare, che da più di 60 anni fa agricoltura biologica: la ricerca della qualità vera. 

In questo articolo cercherò quindi di raccontarvi ciò che ho avuto la fortuna di approfondire e vivere durante questo blog tour alla scoperta di HiPP.

 

In primo luogo, abbiamo avuto la conferma che a partire dal suolo, l’azienda seleziona tutto in modo estremamente accurato: i semi non sono trattati, frutti e ortaggi maturano gradualmente, sviluppando appieno il loro sapore. La stessa cura viene adottata anche per le carni biologiche utilizzate per la produzione delle pappe pronte e omogeneizzati HiPP.

 

Questo complesso sistema di produzione rispetta prima di tutto la salute dei nostri bambini, ma anche l’ambiente in tutte le sue diverse fasi, escludendo il ricorso a qualsiasi prodotto chimico di sintesi e a qualsiasi organismo geneticamente modificato, al fine di conservare e migliorare le caratteristiche del suolo nel rispetto della biodiversità.

 

bio fattoria HIPPL’uso di pesticidi, diserbanti, anticrittogamici e insetticidi di sintesi, sono esclusi e sono sostituiti con concimi naturali come compost organico che abbiamo potuto vedere personalmente. Infatti, la presenza di bestiame fornisce il letame per fertilizzare il terreno che, a sua volta, produrrà cibo per gli uomini e foraggio per gli animali.

Questa fattoria inoltre mantiene la relazione con l’habitat circostante, prevedendo la presenza di spazi non coltivati come siepi, boschi e laghetti, per permettere la sopravvivenza di insetti, uccelli e piccoli mammiferi, che costituiscono un valido meccanismo di controllo dei parassiti dannosi alle colture.

 

In sostanza HiPP più di mezzo secolo fa ha portato avanti questa filosofia e da allora seleziona solo ingredienti bio e di alta qualità per i suoi prodotti. Proprio alla luce di questa lunga esperienza nel settore dell’alimentazione sana ed al fatto che all’epoca il biologico era ancora un concetto quasi sconosciuto ai più, ha creato dei propri standard in tema di qualità nell’alimentazione per l’infanzia, oltre alla certificazione biologica europea naturalmente. Si parte dalla selezione del terreno, passando per la coltivazione fino alla lavorazione, che si riflettono di conseguenza sulla qualità di ogni singolo prodotto biologico di HiPP.

 

bio fattoria HIPPLa nostra visita alle coltivazioni ed agli allevamenti è stata davvero una esperienza interessantissima ed entusiasmante. Ad accompagnarci c’è sempre stato il sig. Stefan Hipp in persona che ci ha illustrato le caratteristiche e le peculiarità di piante ed animali. 

La filosofia da cui nasce l’azienda è che su un terreno sano crescono piante sane, animali sani e uomini sani. Siamo perfettamente d’accordo che bisogna proprio partite dal terreno per garantire la qualità biologica. 

 

Ma cosa impoverisce un terreno?

In primo luogo, l’intervento dell’uomo: il consumo indiscriminato di suolo, l’industria, gli scarichi industriali, gli agenti chimici e la coltivazione intensiva. 

 

Un terreno sano invece ha una struttura naturalmente granulosa che permette a microorganismi e soprattutto ai lombrichi di fertilizzare e ossigenare lo strato superficiale.

 

bio fattoria HIPPAbbiamo avuto modo di vedere anche che, ad esempio, per diserbare i terreni si utilizzano metodi meccanici tradizionali e manuali. In questo modo si proteggono gli insetti utili e si allontanano i parassiti con piante lungo i confini del campo che attraggono i coleotteri.

Concretamente abbiamo visitato anche un campo di patate: qui per prevenire che la peronospora attacchi le piante erbacee e le patate, si cosparge con farine di roccia; in questo modo queste farine aiutano le piante a rinforzarsi e contribuiscono a trattenere l’umidità. Le carote invece sono coltivate in posizione esposta al vento in modo che il vento, incanalandosi tra i filari, previene in modo naturale attacchi di funghi e parassiti.

 

Sostanzialmente abbiamo visto come sia possibile coniugare produttività e salvaguardia dell’ambiente, oltre a fornire alimenti privi di residui tossici e più ricchi sia di sostanze nutritive per i più piccoli.

Parlando con il Sig. Hipp abbiamo anche potuto apprendere quanto l’azienda sia proiettata verso un impegno e una ricerca che renderà l’azienda sempre più ecologica, come un futuro cambio di pack. Per il Sig. HiPP e per l’azienda la sostenibilità e la preservazione, non solo dei terreni, ma anche del nostro pianeta è fondamentale ed è epicentro di tutta la ricerca e sviluppo dell’azienda.

 

bio fattoria HIPPE noi come non possiamo non essere d’accordo? 

Per tutti questi motivi, quello che ci portiamo a casa dalla nostra visita è una conferma ciò che HiPP sta facendo – ricerca della qualità, controllo sulla sua filiera, passione per il biologico, recupero della biodiversità – sono tutti valori che condividiamo, che ci sentiamo di sposare e che, se tutti vi ci adegueremo, forse riusciremo ad avere un mondo più pulito, sano e meno inquinato.

 

 

 

Articolo scritto in collaborazione con HIPP Italia

bio fattoria HIPP
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.